Oggi, diciassette piccole e medie imprese salernitane hanno aperto le loro porte ai giovani, accogliendo 420 studenti della provincia salernitana, per mostrare come si svolge l’attività produttiva, per raccontarne la storia e spiegare strategie e azioni messe in campo per affrontare i cambiamenti in atto.

Le aziende

Hanno aderito al Pmi Day: “Arti Grafiche Boccia Spa” di Salerno; “Bioplast Srl” di Fisciano, “Mgr Srl” di Cicerale; “Michele Autuori Srl” di Salerno; “Salerno Container Terminal Spa” di Salerno; “Marina d’Arechi Spa” di Salerno, “Essenia Uetp” di Salerno; “I.T. Svil Srl” di Salerno; “Sider Pagani” di Sant’Egidio del Monte Albino; “Pasta Cuomo Srls” di Furore; “Picone Srl” di Prignano Cilento; “Sidel Società Italiana Legno Srl” di Buonabitacolo; “Casa di Cura Privata Salus Spa” di Battipaglia; “Imepa Srl” di Nocera Inferiore; “Bcc Capaccio Paestum Soc. Coop.” di Capaccio; “Maf Srl” di Salerno; “Gruppo Iovine” di Baronissi. Le scuole partecipanti all’iniziativa sono: Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno, Liceo Artistico Sabatini-Menna di Salerno, l’ISIS Fortunato di Angri, l’IIS Vico De Vivo di Agropoli, l’IIS Margherita HacK di Baronissi, l’ISS Ferrari di Battipaglia, l’IISS Giovanni XXIII di Salerno, l’IISS Giovanni XXIII di Salerno, l’ISIS Focaccia di Salerno, l’IISS Marco Tullio Cicerone di Sala Consilina, l’IISS Mattei Fortunato di Eboli, l’IISS Giovanni XXIII di Salerno, l’IIS Pacinotti di Scafati, l’IIS Fermi di Sarno.

Il commento

Soddisfatto il presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Salerno Gerardo Gambardella: “La Giornata è dedicata alla lotta alla contraffazione, allargata al tema dell’italian sounding e della proprietà intellettuale. Abbiamo parlato, inoltre, di cultura della prevenzione e di resilienza attraverso il Programma Gestione Emergenze (PGE), nato su iniziativa di Piccola Industria, all’indomani del sisma del 2016 che colpì il Centro Italia, e diventato un vero e proprio progetto nazionale consolidato dalla sinergia con la Protezione Civile. Scopo principale è la pianificazione, il coordinamento e il controllo delle attività di sostegno a favore di imprese e popolazione, in caso di emergenza, ma anche la realizzazione di iniziative per la diffusione della cultura della prevenzione nelle aziende e nei territori in un costruttivo rapporto di collaborazione pubblico-privato. Sinergia – conclude Gambardella – che va promossa fin dalle scuole affinché generino individui consapevoli e capaci di reagire con forza alle criticità”.